“Hitler in braccio alla Madonna – La comunità ebraica insorge”

20090918_quadro«Madonna del Terzo Reich» di Giuseppe Veneziano, esposta ad Art Verona dalla galleria Carini & Donatini

-Cosa stracazzo vogliono gli ebrei?-

Veneziano dice «I lavori che faccio non nascono con un significato preciso. Il senso si definisce a poco a poco. Questo di Verona è nato come riflessione sulla crisi religiosa che caratterizza la nostra epoca, ma ognuno può darne la lettura che crede. Resta il fatto che anche Hitler era un figlio di Dio, e che il mostro è potenzialmente in tutti noi».

Sentire dire che i lavori nascono senza un preciso significato è come sentire un musicista confessare di comporre musica schiacciando tasti di un pianoforte in maniera casuale. Brividi.

Il minimalismo ha creato arte non-sense, ma lo ha fatto con un preciso intento: contestare l’esasperazione della ricerca di significato che aveva raggiunto il suo climax con l’espressionismo astratto.

Aveva un senso insomma.

Qui siamo alla provocazione di terza mano (chidere Cattelan alla cassa, prego).

Detto questo, l’opera mi piace abbastanza e queste polemiche mi fanno semplicemente vomitare.

Dimenticavo, Art Verona, nonostante ogni anno si atteggi a fiera/esposizione/sticazzi super fica, solitamente è un accozaglia di opere semplicemente in vendita.

Quest’anno non ci sono ancora stato. Si sono giocati la carta polemica ad hoc. Le premesse non sono delle più invitanti.

5 thoughts on ““Hitler in braccio alla Madonna – La comunità ebraica insorge”

  1. L’articolo è stato scritto sulla base di quanto riportato dal Corriere della Sera. È stato scritto la sera stessa dell’uscita dell’articolo. Queste dichiarazioni sono successive. Il commento circa le dichiarazioni sulla casualità del metodo compositivo si basano su un virgolettato, riportato dal Corriere, che non è stato smentito.

    Detto questo, già nel pezzo si prende posizione circa la futilità delle polemiche e ci si esprime in maniera positiva sull’opera in quanto tale.

    Il fatto che il dipinto si inserisca in un filone stilistico, già proprio dell’artista, non toglie la sensazione che un intento provocatorio sia stato appositamente ricercato. Probabilmente lo stesso vale per le altre opere dell’artista.

  2. bhè…l’esempio del premere tasti a caso non è granchè calzante…voglio dire…un pittore può avere in testa un’immagine e rappresentarla senza conoscerne bene il significato, non ogni creazione è calcolata fino a questo punto, esistono i prodotti dell’inconscio…così come un musicista può avere in mente una musica e decidere di renderla brano musicale, non deve saperne il significato, casomai trovare un centro tonale e sviluppare un’armonia, ma è più equivalente a decidere i colori e le linee da utilizzare nel quadro che non a saperne il significato…Detto questo ogn artista decide la propria via da intraprendere.
    In più è vero che ogni opera dal momento in cui viene creata assume tutti i significati possibili (in)immaginabili vivendo di vita propria rispetto al proprio creatore…ma questo è un altro discorso…

  3. Esistono i prodotti dell’inconscio.
    Chi decide di dare manifestazione artistica a questi prodotti ha una precisa intenzione in testa. Compie un gesto che ha un significato.
    Le dichiarazioni rilasciate da Veneziano mi danno l’impressione di rimandare ad un livello di argomentazione artistica molto più basso: non sembra essere un flusso di coscienza, incontrollato nel suo risultato finale ma voluto nel suo processo produttivo, sembra piuttosto una produzione totalmente casuale – della serie “io intanto dipingo, vediamo cosa ne viene fuori” – , in questo senso simile allo schiacciare casualmente i tasti di un pianoforte.

  4. Nella sua scatola cranica non si realizza il pensiero, il rispetto, il buon gusto, la bellezza è un cesso a cielo aperto e può generare solo letame! Arte? Provocazione, no! Si nutre di sdegno? Perciò è uno psicopatico Un misero malato di mente e chi lo asseconda, idem!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...