Food Art – Takao Sakai

Adoro l’arte contemporanea per la sua capacità di essere divertente.

L’istintiva curiosità che certe realizzazioni sono in grado di suscitare produce nell’osservatore una sorta di regresso all’infanzia, un desiderio di osservare, comprendere, studiare, supporre.

E cosa c’è di più divertente di uno che si mette i fagioli sulla faccia?

takaosakai-45830

Si tratta di Takao Sakai, un giovane artista giapponese, sul cui conto circolano davvero poche informazioni in una lingua a me intellegibile.

Ha 31 anni, è nato a Tokio e gioca con il cibo.

Takao racconta di fare parte di una generazione allevata nell’insegnamento di dover assimilare le tradizioni del proprio paese, avendo, nel contempo, l’obbligo di cercare esprimere qualcosa di innovativo.

Le sue opere traspongono retaggi culturali della più antica tradizione giapponese, in una veste moderna e completamente differente.

Ciò viene fatto, in particolare, utilizzando cibi della cucina tradizionale per rappresentare simboli o icone dell’occidente: cose come la maschera di Batman, la maschera di Dart Vader o una lattina di Coca Cola.

takaosakai-45826takaosakai-55771

takaosakai-45815

Si tratta di fagioli adzuki, uno dei più comuni ingredienti nella preparazione di dolci tipici giapponesi (servono in particolare per preparare il wagashi), di volta in volta verniciati per assumere l’aspetto che più aggrada l’artista.

Altre opere sono realizzate con del “dora-yaki”, un altro dolce dall’aspetto simile al pancake.

bean03

Entrambi i “materiali”, in altre occasioni, sono stati utilizzati per realizzare delle riproduzioni di famose opere di arte contemporanea.

Questa è una riproduzione di una delle installazioni di Donald Judd (fate un salto al MoMA a New York e vedrete cose come questa).

takaosakai-45787

Adoro Donald.

Mentre questo è “Quadrato Nero” di Malevic.

takaosakai-45807

Oh, quanto alle barbe, invece, è stata realizzata un’intera serie di scatti (sono più di 400).

Schermata 2009-10-05 a 23.31.23

La spiegazione questa volta mi ha lasciato un po’ perplesso: il concept riguarda la diffusione di notizie circa una falsa tendenza in voga in Giappone – appunto, indossare barbe di fagioli – e la realizzazione di scatti a scopo documentativo.

Il goal è costituito dalla diffusione della notizia all’estero, da parte di un qualsiasi mezzo d’informazione che l’abbia ritenuta vera.

Pare essere una più o meno voluta forma di contestazione delle tecniche di comunicazione virale, ma le idee sono un po’ confuse secondo me.

Alcune opere, in fine, paiono degenrare nel non-sense puro e semplice.

J-s20234620A20E381AEE382B3E38394E383BCEFBCA0-6283e

Almeno, nel suo caso, quello che ne esce non è un qualcosa che casualmente infastidisce la comunità ebraica – famosa per altro per non infastidirsi quasi mai.

One thought on “Food Art – Takao Sakai

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...