Shannon Murray per Debenhams

Shannon Murray, disabile dall’età di 14 anni, ha posato per la campagna della catena inglese Debenhams.

La foto che vedete sopra verrà utilizzata per pubblicizzare il marchio per le strade di Londra e (immaginiamo) per il resto del Regno Unito.

Al di là di ogni retorica del caso, ciò che ci colpisce è la particolare sensibilità sull’argomento dimostrata dai media e dall’ambiente culturale d’oltre manica.

Apprendendo della cosa, infatti, ci sono subito tornate alla mente le parole di Marc Quinn, pittore e scultore appartenente alla Young British Art, e la sua serie “Incomplete Marbles”: statue di soggetti handicappati e menomati, rappresentati in stile neoclassico.

Quinn ha ritratto queste persone domandandosi che reazioni avrebbe suscitato l’esposizione di queste opere in musei nei quali immagini di donne e di uomini “amputati” – quali sono i resti a noi giunti delle statue greche o propriamente neoclassiche – sono serenamente accettate dagli osservatori.

La più famosa di queste opere è “Alison Lapper Pregnant”, raffigurante la modella Alison Lapper, focomelica, resa disabile dalla talidomide, appunto incinta.

Ciò che ha causato la malformazione di Alison si riteneva dovesse renderla (anche) sterile.

Nonostante questo, la Lapper è riuscita a rimanere incinta e questa statua celebra un altro dei temi cari a Quinn, la tensione fra vita e morte: una donna malformata (già per questo nata in bilico tra l’una e l’altra), in grado di generare a sua volta della vita.

Questa statua è stata esposta in Trafalgar Square per 15 mesi, scelta da una commissione nominata appositamente dal sindaco Livingstone e posizionata sul quarto plinto della piazza simbolo di Londra.

Non è un caso, insomma, se proprio l’Inghilterra pare mostrarsi così culturalmente avanzata nel rispetto e nell’integrazione dei disabili.

Soprattutto contando che l’opera di Quinn, come sagacemente osservato dallo stesso artista, è stata installata in una piazza in cui troneggia da sempre la raffigurazione di uno dei disabili più famosi di sempre: l’amputato ammiraglio Nelson.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...