Il mondo degli insetti è molto interessante

Nella giornata di ieri, il Corriere della Sera ha dedicato una pagina ai risultati di alcuni test condotti dall’Invalsi (che per l’occasione scopriamo essere l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione) su di un campione di studenti delle elementari.

«La storiella si intitola “La forza del moscerino”. Un giorno tre formiche provano a spostare una pietra finita sopra la loro casetta. Ma non ci riescono perchè “la pietra è troppo pesante e non si muove di un millimetro”. Cosa vuol dire che non si sposta di un millimetro? Sulle espressioni figurate è andata bene. Tre bambini su quattro hanno messo la x sulla casella giusta: “La pietra non si sposta per niente”. Gli altri hanno capito male: il sasso si sposta di un millimetro, non si sposta di molto o si sposta poco. I bambini sono piccoli, siamo in seconda elementare. E quando la comprensione del testo sale di livello c’è meno da sorridere. Alla fine della storiella arriva un moscerino, è lui ad accorgersi che quel sasso è in realtà una chiocciola. Le chiede di spostarsi e finalmente libera la casetta delle formiche. Che cosa vuole farti capire il racconto? Solo un bambino su quattro ha capito la morale ed ha barrato la risposta esatta B: “Non sempre le cose sono quello che sembrano”. Molti hanno prferito “Non sempre l’unione fa la forza”, sempre una morale ma non quella appropriata. Oppure “I moscerini sono più intelligenti delle formiche”, fino al generico “Il mondo degli insetti è molto interessante”.»***

Noi abbiamo sempre avuto da ridire sulla correttezza delle “risposte corrette” e capirete che crescere così è una faticaccia.

I test fanno schifo mentre i bambini spaccano i culi, altrochè Invalsi.

La verità è che le formiche, tutte insieme, non sono riuscite in quello che il moscerino ha fatto da solo, dimostrandosi assai più intelligente di loro.

Quella cosa sul tetto, invece,  si è rivelata essere quello che le formiche temevano: una gran rottura di coglioni – tanto che è dovuto arrivare il moscerino per toglierla dai piedi.

E con tutti questi prbolemi, tutte queste dinamiche, come non ammettere che il  mondo degli insetti è davvero molto interessante!?

 

_____________

*** l’articolo da cui è tratto questo brano si intitola «Il segno « =» manda in tilt i bambini» e si trova a pagina 25 del Corriere della Sera del 27 ottobre 2010.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...