It’s only rock and roll Italy – Update: droga, orge, ed il nano di corte

A quasi un anno dalla pubblicazione della cover di Rolling Stone che lo ritrae disegnato da Shepard Fairey, ci ritroviamo a dare pienamente ragione alle motivazioni addotte per giustificare quella che era inequivocabilmente una semplice operazione di marketing: Silvio Berlusconi è la vera rock star del momento ed è una delle più grandi rock star di tutti i tempi.

Non ci sono Keith Richards che tengano: quest’uomo ha vissuto una vita fatta di potere, incontri, soldi, mafia, armi, puttane.

Ha ospitato i grandi della terra, ha fatto loro i regali più preziosi, ha fermato il tempo, ha costruito vulcani artificiali, ha trattato con la mafia.

È stato animatore sulle navi da crociera, ha fatto l’immobiliarista, l’editore, il politico, l’uomo di sport, l’uomo di spettacolo.

Ha scampato attentati, arresti, incidenti, scandali, ha sposato due donne, scopato mezzo mondo, comprato l’altra metà.

Servilismi, piaceri, suppliche, a sua disposizione tutto il miglior repertorio di ogni corte che si rispetti da parte di chi gli è stato intorno in tutti questi anni.

Quello che manca è un finale in grande stile: un’overdose, un incidente in moto, un infarto strafatto di viagra.

Qualcosa che ci faccia dire “si cazzo! rock’n’roll cazzo!“.

Qualcosa che chiuda nella migliore delle maniere ogni possibile film che verrà girato sulla sua vita, dopo la sua morte.

Qualcosa che ci faccia uscire dal cinema gasati come non mai e pronti a conquistare il mondo.

Stiamo aspettando a bocca aperta, estasiati dagli ultimi scoppiettanti colpi di coda che la vita di quest’uomo ci sta regalando.

Di più Silvio, di più.

Ne vogliamo ancora, cazzo.

Update:

«Nella villa in Sardegna eravamo circa venticinque ragazze. Nelle stanze in Sardegna c’era dell’erba da fumare, che veniva trasportata con il jet privato del presidente

[…] C’erano altre persone famose, cantanti, imprenditori, avvocati, notai. Tuttavia poi gli altri andavano, e solo noi ragazze ci alternavamo con il presidente. Lui diceva “avanti la prossima”, e anzi talvolta stavamo tutte insieme nella piscina ove veniva consumato il rapporto sessuale.

[…] Brunetta mi disse espressamente che avrebbe pensato lui a pagare l’avvocato, tuttavia in seguito il Taormina nemmeno si presentò all’udienza. Il giorno dopo io andai da Brunetta per una prestazione sessuale, lui mi regalò vestiti, gioielli e circa 300 euro. Io speravo di mantenere una relazione con Brunetta per guadagnare un po’ di soldi, tuttavia la cosa non durò molto. Ci siamo incontrati solo un’altra volta»

Potevamo avere di meglio?

One thought on “It’s only rock and roll Italy – Update: droga, orge, ed il nano di corte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...