VFNO – OVS pigiama party

Lucidate i vostri tatuaggi perchè in occasione dell’imperdibile evento annuale organizzato da Vogue – la Vogue Fashion Night Out 2012 – OVS cala l’asso organizzando il più grande pigiama party di cui la città meneghina abbia ricordo, con l’imperdibile partecipazione dell’international top dj Bob Sinclar.

Prevista la partecipazione anche di Belen Rodriguez – accompagnata dall’immancabile compagno-a-contratto – la quale si sfiderà, in un’area appositamente allestita, in un incontro di wrestling con Nicole Minetti, fresca vincitrice di un bronzo alle paraolmpiadi ancora in corso (polemiche sono sorte sull’utilizzo delle protesi che l’avrebbero nettamente favorita) – arbitra Margherita Hack.

Non negheremo la nostra presenza.

P.S.: quando OVS parla di pigiami, pensa a cose così.

Annunci

Il divorzio dal proprio cervello

Mi raccomando, che non ci sbagliamo.

Mentre Milano dice no agli alberi – alberi? no grazie, ho smesso – e assiste alla promozione di concorsi volti ad ideare nuove soluzioni per parcheggiare, in alcuni luoghi civilizzati d’Italia, allo stesso Piano, si chiede di realizzare cose come questa

Il complesso Le Albere, sorgerà al posto di un’area alle porte della città – che per le dimensioni di Trento significa a 500m dal centro (davvero) -, precedentemente di proprietà della Michelin ed utilizzata a scopo industriale.

Sarà composto da edifici ad alta efficienza energetica, costruiti con materiali propri del territorio in cui verrà ad esistere, come legno di larice e pietra locale (armonizzandosi dunque con il paesaggio circostante); vedrà scorrere al suo interno canali e formarsi bacini artificiali, alimentati con acqua proveniente dal vicino Adige, utili a conferire un ulteriore elemento di continuità paesaggistica con la valle in cui Trento è collocata, nonché importanti elementi funzionali, capaci di costituire un efficiente sistema di irrigazione e di riserva di acqua a scopo anti-incendio.

Un parco di 5 ettari costituirà il 40% del quartiere ed al suo interno verranno collocati circa mille alberi a medio-alto fusto.

Mille, in un solo quartiere.

A Milano, dei 3500 previsti per l’intera città, pare che il Comune acconsentirà all’installazione di circa 150 per la sola area “centralissima”.

Con tutti quegli alberi, altrimenti, non resta più posto per le macchine.